Habita in Serenissimo Duce in Basilica D. Marci ad populum allocutione, ab eoque Dux salutatus […].

Habita in Serenissimo Duce in Basilica D. Marci ad populum allocutione, ab eoque Dux salutatus […].

Autore

CANAL Antonio [Canaletto] [disegnatore] - BRUSTOLON Giovanbattista [Giovanni Battista] [incisore].

incisione, incisioni, Venezia, canaletto, basilica di san mar...

 1.400,00

Disponibile

Category: SKU: LD/152275
Descrizione

Venezia, apud Ludovicum Furlanetto, [poco dopo il 1768], incisione all’acquaforte, mm. 382×546 (l’immagine, al filetto esterno, senza il titolo sottostante), mm. 445×571 (l’impronta della lastra), mm. 454×588 (il foglio). Firmata in lastra in basso a destra: Jo. Bap. Brustolon inc.; e in basso a sinistra: Antonius Canal pinxit. Indirizzo dell’editore in basso al centro, sotto al titolo: Apud Ludovicum Furlanetto supra Pontem vulgo dictum dei Baretteri cum Priviliegio Excellentissimi Senatus. All’estremità inferiore destra si intravede il n. 2: l’incisione è infatti la seconda della serie comunemente nota come le “Feste Ducali”. Per questo gruppo di rami il Furlanetto aveva ottenuto nel 1766 un privilegio di venti anni. La prima tiratura della prima incisione della serie è del 1766. Questa seconda incisione venne edita la prima volta nel 1768. Nel 1786 i rami passarono all’editore Teodoro Viero che le ripubblicò sostituendo il nome del Furlanetto. La serie illustra le diverse funzioni che si svolgevano a Venezia alla presenza del Doge: in questa raffigurazione viene mostrato il Doge traportato “in pozzetto” dai marinai dell’Arsenale, in giro per la piazza San Marco, in mezzo al popolo. Il disegno del Canaletto è conservato al British Museum. Il foglio è stato incollato su tela di lino n antico. Una circoscritta macchia sul titolo, un piccolo foro nel campo di stampa, strappettini all’etremità del margine bianco inferiore ma buon esemplare montato entro passe-partout.

CANAL Antonio [Canaletto] [disegnatore] – BRUSTOLON Giovanbattista [Giovanni Battista] [incisore].