Piê (La). Rassegna Mensile d’Illustrazione Romagnola. Diretta da Antonio Beltramelli, F. Balilla Pratella, Aldo Spallicci (dal 1925:) A. Spallicci, F. Comandini, P. Macrelli, N. Massaroli, A. Vespignani. Disponibili: Anno I: NN.1-12; Anno II: NN. 1-12 (3 fasc. doppi ed uno triplo); Anno III: NN. 1-12; Anno IV: NN. 1, 3-12; Anno V: NN. 1-12 (un fasc. doppio); Anno VI: NN. 1-12 (2 fasc. doppi); Anno VII: NN. 1-12 (4 fasc. doppi); Anno VIII: N. 1; Anno IX: N. 3.

Autore:


Piê (La). Rassegna Mensile d’Illustrazione Romagnola. Diretta da Antonio Beltramelli, F. Balilla Pratella, Aldo Spallicci (dal 1925:) A. Spallicci, F. Comandini, P. Macrelli, N. Massaroli, A. Vespignani. Disponibili: Anno I: NN.1-12; Anno II: NN. 1-12 (3 fasc. doppi ed uno triplo); Anno III: NN. 1-12; Anno IV: NN. 1, 3-12; Anno V: NN. 1-12 (un fasc. doppio); Anno VI: NN. 1-12 (2 fasc. doppi); Anno VII: NN. 1-12 (4 fasc. doppi); Anno VIII: N. 1; Anno IX: N. 3.

Lingua: Italiano

Riviste, Romagna, Xilografia moderna, Balilla Pratella, Folkl...

 2.200,00

Disponibile

Category: SKU: LD/160222
Descrizione

Forlì (poi:) Faenza (poi:) Bologna, Stab. Tip. Bordandini (poi:) Tip. Lega (poi:) Tip. A. Montanari (poi:) Tip. F. Alessandri (poi:) Soc. Tip. Forlivese, 1920-1928, 6 annate complete + 13 fascicoli (per un totale di 86), in-4, br. editoriale, pp. 208; 174; 192; 24, 49-284; 280; 280; 240; 24; (24). Belle copertine xilografiche a colori, tavole fuori testo (G. Barbieri, A. Moroni, G. Malmerendi, F. Nonni, P. Rossi, V. Venturini, G. Ugonia, A. Gianfanfi, V. Guaccimanni, D. Bissi, E. Drei, L. Guerrini, A. Morelli, D. Rambelli…), illustrazioni in b.n. e pubblicità. La rivista – che rappresentò l’iniziativa editoriale più importante di Spallicci – era rivolta al recupero del dialetto e delle tradizioni locali della Romagna (come è evidente sin dalla testata: “La piê = piada = pane) e alla ricerca poetica e culturale in questo contesto. La parte grafica fu affidata ai migliori xilografi dell’epoca, mentre fra gli autori dei testi, (spesso in vernacolo) ci sono: F. Balilla Pratella A. Beltramelli, A. Vespignani, F. De Pisis, A. Panzini, T. Gironi, A. Spallicci, N. Massaroli… Nata nel 1920 incontrò però sin dal ’23 l’ostilità del fascismo (avverso ai regionalismi). Subì sequestri nel ’31 e fu soppressa nel 1933; rinacque ad opera di Spallicci nel 1946 continuando le pubblicazioni fino al 2018. (Allegato il N. 3, anno 2017 della rivista di cultura del libro “Alai”, con articolo di A. Castronuovo intitolato “La Piê. Uno sposalizio fra regione e xilografia”). Facciamo presente che nella nostra collezione sono conservate le bellissime tavole xilografiche a colori (fra cui “Vele romagnole” di Nonni) che sono oggi considerate pezzi da collezione di grande valore.